Visita Guidata

Anche se conosciuto come castello Svevo-Normanno, il Castello di Vibo Valentia (l’antica Hipponion o Monteleone) non venne costruito ai tempi di Ruggero I  bensì all’epoca di Federico II.  In seguito venne ampliato dagli Angioini (XIII secolo).  Danneggiato dal terribile terremoto del 1783 che distrusse diversi centri abitati in Calabria, e a causa di questo cataclisma il secondo piano venne interamente distrutto poiché pericolante.  Oggi ospita il Museo archeologico statale, intitolato al conte Vito Capialbi, studioso e archeologo della zona. 

Tutto ciò che vi è esposto proviene dagli scavi effettuati nella città e nel suo territorio a partire dal 1921 dalle prime ricerche effettuate da Paolo Orsi. Accanto a tali reperti troviamo  quelli provenienti dalle raccolte Capialbi, Cordopatri e Albanese. Le collezioni del Museo sono organizzate in ordine cronologico:  dalla preistoria (al primo piano) all’età greca (piano terra e primo piano)  a quella  romana e medioevale (piano terra). 

Follow us: parasailing calabria - parasailing tropea


Condividi sui social media:

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on linkedin
LinkedIn
Share on google
Google+