Il Cammino dei Certosini

Il parco naturale Regionale delle Serre e la Certosa di Serra San Bruno

Il Parco naturale Regionale delle Serre  è un’area situata tra la Sila e l’Aspromonte. Racchiude una ricca biodiversità di flora e fauna. Si possono trovare animali come capriolo, cervo, muflone, il lupo appenninico, scoiattolo, gatto selvatico, cinghiale, puzzola, lepre ecc. e inoltre è presente anche una ricca varietà di uccelli come falchi e gufi, la poiana, la cinciallegra, il picchio rosso e il picchio verde, corvi, cornacchie, upupa e molto altro. Sono molteplici anche gli insetti e i rettili presenti.

Le specie vegetali della macchia mediterranea presenti nel parco sono la ginestra, erica, corbezzolo, mirto, fillirea, cisto, lentisco, agrifoglio oltre a una grande varietà di alberi come castagni, pini, ontani, abeti ecc. A rendere ancora più magica quest’area è la Certosa di Serra San Bruno, monastero certosino fondato da Bruno di Colonia , che dopo aver rifiutato la mitra e dunque la nomina a vescovo, ottenne un fondo fra Arena e Stilo donatogli da Ruggero I d’Altavilla e decise di ritirarsi  in solitudine sull’Altopiano delle Serre calabresi. La Certosa negli anni è stata visitata sia da Papa Giovanni Paolo II che da Benedetto XVI. Si ipotizza inoltre che il grande fisico Majorana scomparso all’età di 32 anni si fosse rifugiato nella Certosa (fatto questo più volte smentito dai monaci) e che sempre qui si fosse ritirato il pilota che sganciò la bomba atomica su Hiroshima, fatto anche questo smentito, frutto di un falso sccop giornalistico che confuse Lennann Leroy, un reduce americano  della guerra di corea con colui che sganciò la bomba fatale. Ma è risaputo che questi luoghi nascondono sempre dei misteri e molti dei quali mai neppure scoperti. 

Follow us: passione sud - parasailing calabria


Condividi sui social media:

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on linkedin
LinkedIn